29-01-2018 - Hockey Femminile Lorenzoni

Campioni d'Italia Indoor 2017/2018
Campioni d'Italia Prato 2017/2018
H.F. LORENZONI - Anno di fondazione 1967 - Società Medaglia di
Bronzo al merito sportivo 1990 - 16 Scudetti Prato - 18 Scudetti
Indoor - 8 Coppe Italia - 9 Scudetti Ragazze - 4 Scudetti Allieve
Vai ai contenuti

29-01-2018

Archivio 2017-2018 > Indoor

"Articolo Hockey"

POKER DI FINALI PER LA LORENZONI: L'UNDER 18 SI QUALIFICA PER PISA
E' da poco terminata la seconda partita contro il Valchisone.
Max Anania raduna tutte le ragazze in cerchio: rapido scambio di opinioni e poi parte un liberatorio "La-Lo-Ren-zoni lalalallalalla".
Bellissimo, perché in quel coro delle nostre giovani ragazze si è sentita tutta la soddisfazione per una stagione indoor da urlo: quattro finali scudetto conquistate in altrettanti campionati (under 14, under 16, under 18 e prima squadra), che soddisfazione!
Il più contento di tutti è il Presidente Giuseppe Calonico che, appresa la notizia, non ha fatto mancare il proprio orgoglio: "E' tornata la LORENZONI nel ruolo che merita".
Ora viene il bello.
Germano Chisone - Si gioca in Val Chisone il ritorno del concentramento under 18. Massimo Anania deve fare a meno di Erica Simondi ed in panchina accanto a lui non c'è Franco Signorelli ma Raquel Huertas.
Il primo avversario di giornata è la Moncalvese, che in mattinata ha conquistato la qualificazione sconfiggendo il Valchisone. Alle nostre basterebbe un pareggio per staccare il pass per Pisa ma chi si accontenta gode di meno.
Le nostre avversarie partono forte andando però a sbattere contro la nostra difesa ed una Michelle Cosenza in formato saracinesca. Alla prima azione di rimessa Alessia Anania porta avanti la Lorenzoni sfruttando un ottimo recupero di Nikodimovich. E' sempre Anania a segnare la seconda rete di nuovo illuminata da Nikodimovich. Sul 2-0 la Moncalvese prova a tornare nel match: una sbavatura difensiva obbliga Cosenza all'intervento falloso: il tiro di rigore viene solo sfiorato dal nostro portierone e la Moncalvese accorcia. Prima della fine del tempo però una rapida ripartenza di Anania vale il 3 a 1 per la Lorenzoni. Nella ripresa una maestosa Franceca Fabro domina le avversarie e sul finale, su azione di corner corto, Anania insacca il poker. Chi si accontenta gode di meno.
I tre punti conquistati valgono la finale ed il primato in classifica.

Il secondo incontro . Lorenzoni e Valchisone si affrontano però a viso aperto dando vita una partita molto divertente. Il Valchisone, nonostante l'eliminazione, è squadra ben messa in campo ed impegna sin dall'inizio la nostra retroguardia. Ancora una volta la Pajtesa, Clarelli e Mileto tengono bene e Cosenza fa il resto. Le padrone di casa passano però in vantaggio, ci deve pensare ancora Anania a siglare la rete del pari. Due interventi un po'sopra le righe costano il verde a Brunetti e Belasri ma la doppia superiorità numerica non consente al Valchisone di trovare la rete del vantaggio. Si va al riposo sull'1-1. Rientra Brunetti ma con Belasri fuori Anania prende un verde, di nuovo la difesa (dove ora gioca, e bene, Busso) tiene. Ristabilita la parità numerica il Valchisone passa ancora e di nuovo serve Alessia Anania per pareggiare. E' di Alessia Brunetti la rete della vittoria neroturchese: la giovane attaccante insacca al termine di un bel triangolo con Fabro.
Nel finale esordio molto positivo per Rosso e Castellengo che contribuiscono a conservare il goal di vantaggio.
Bastava un punto, ne abbiamo fatti sei. Chi si accontenta gode di meno.
Due partite ben giocate: nella prima le ragazze hanno messo in campo la grinta necessaria per raggiungere l'obiettivo, nella seconda sono state capaci di rimanere concentrate e conquistare una vittoria che fa sempre bene al morale.

E' una squadra completa, composta da "veterane" che sanno assumersi le proprie responsabilità e giocare sotto pressione affiancate da giocatrici più giovani immediatamente in grado di calarsi nel ruolo richiesto.
In panchina oltre al solito "mister finale" Anania c'era Huertas: ha trasmesso carattere, verve agonistica. Alla sua maniera, "muy caliente", è stata prodiga di consigli per tutte.
A Pisa non sarà certo facile, lo sappiamo, ma noi ci andiamo con la consapevolezza di poter dire la nostra e con quella spensieratezza che chissà, magari risulterà essere un'arma vincente.
Comunicato Stampa Hf Lorenzoni
(Nelle foto Fabro, Cosenza, Anania)
--
Stefano Villa
+39 348 7437749
logoS

Condividi questo articolo:


facebook
Torna ai contenuti