Hockey Femminile Lorenzoni

Campioni d'Italia Indoor 2017/2018
Campioni d'Italia Prato 2017/2018
H.F. LORENZONI - Anno di fondazione 1967 - Società Medaglia di
Bronzo al merito sportivo 1990 - 16 Scudetti Prato - 18 Scudetti
Indoor - 8 Coppe Italia - 9 Scudetti Ragazze - 4 Scudetti Allieve
Vai ai contenuti
Archivio 2017-2018

"Articolo Hockey"

SERIE A1: SUCCESSO CONTRO LA FERRINI, LORENZONI NUOVA CAPOLISTA
"Com'è finita?" mi domanda l'autista del pullman che riporterà la Ferrini aeroporto.
"Ha vinto la Lorenzoni 4 a 2" rispondo io
"Ah - continua lui - una passeggiata".
Sì...magari.
La partitissima della quarta giornata del massimo campionato di hockey prato femminile ha visto due squadre sfidarsi a viso apertissimo, con la Lorenzoni di "Lali" Rivero ben disposta in campo, capace di prendere in mano il match e brava a portarsi sul due a zero grazie al primo acuto di Huertas e alla solita Savenko.."ah, una passeggiata"..no! Dopo il due a zero la Ferrini ha cominciato a macinare più gioco ed ha approfittato di un giallo a Berrino per accorciare prima e pareggiare poi. Tutto da rifare: tanto agonismo in campo, una partita fin troppo "maschia" per le 22 ragazze in campo, ma sempre corretta, sia chiaro. Il timore che la sorte abbia in serbo un altro brutto scherzo cresce perché la pallina non vuole più entrare in porta. Poi a quindici dalla fine ci pensa Tosco, con una rete da rapace ed una perla a fissare il risultato sul quattro a due.
Vittoria e primato.
"Ah, una passeggiata".
Non proprio.
Bra - c'è un bel sole a fare da cornice al big match della quarta giornata. In campo la capolista (in coppia con il Pisa) Ferrini e la Lorenzoni CRB del presidente Giuseppe Calonico, che insegue a due lunghezze di distanza.
Le padrone di casa dimostrano sin dall'inizio di voler fare la partita: un'ispirata Huertas illumina il terzetto d'attacco formato da Tosco, Savenko ed Anania che mette da subito apprensione alla retroguardia cagliaritana. La Ferrini punta sulla classe di Alacid ma Berrino, Carletti e Davidenko (migliore in campo per contrasti vinti e palline giocate) arginano bene. A metà del primo tempo, dopo aver condotto il match sul piano del gioco, la Lorenzoni passa grazie ad un perfetto drag-flick su corto di Huertas (prima rete in neroturchese) che toglie le ragnatele dal "sette" e non lascia scampo ad Aramu. Pronti via ed un'incursione sulla sinistra di Oberto e Tosco porta ad un secondo corto: il bastone di Savenko spizza la pallina della variante e fa due a zero. Il match sembra in discesa ma la Lorenzoni ha un momento di blackout: le neroturchesi si ritrovano in inferiorità numerica e la Ferrini ne approfitta per colpire prima con un bel goal al volo di Flamini poi addirittura pareggia con un tiro di rigore trasformato da Alacid.
La Lorenzoni non demorde e riparte a testa bassa a caccia del vantaggio che meriterebbe anche, ma le attaccanti mancano della necessaria precisione e Aramu ci mette le pezze: Tosco in girata da ottima posizione tira fuori, Huertas impegna ancora su corto l'estremo difensore cagliaritano, ancora Tosco su corto sfiora il palo. Si va al riposo sul due a due, con la Lorenzoni che forse avrebbe meritato il vantaggio.
La ripresa è una fotocopia dei primi 35 minuti con le braidesi riversate in avanti a caccia del nuovo vantaggio. La porta avversaria sembra stregata, soprattutto quando Davidenko manda a lato da ottima posizione con il portiere fuori causa. Aleggia quella sensazione per cui prima o poi succederà qualcosa di negativo e infatti, in doppia inferiorità numerica, la Lorenzoni si vede fischiare un corto contro. La paura della beffa è palpabile, ma la dea bendata si ricorda di noi e l'azione si conclude in un nulla di fatto. A questo punto scatta qualcosa: nuovo forcing delle braidesi e questa volta sull'ennesimo cross Tosco anticipa tutte, anche le compagne, e insacca il goal partita. E' la stessa bomber braidese a inventarsi, insieme a Savenko, la rete del poker: assist di prima di Savenko per Tosco che effettua un doppio controllo volante e scaglia in porta la pallina del quattro a due.
Nessun patema nel finale e al triplice fischio parte la festa.
Non è solo l'incoraggiante successo a far sorridere, da Padova arriva infatti la notizia che nel "derby" cussino le padrone di casa hanno fermato il Pisa sul due a due. Per la Lroenzoni significa primo posto in classifica in condivisione con le toscane.
Domenica prossima arriva il San Saba, squadra giovane ed in crescita: vietato sbagliare, in attesa della partitissima di domenica 29 a Pisa contro il Cus.

Comunicato Stampa Hf Lorenzoni
(Nelle foto, Stefania Tosco e Natalyia Davidenko)

Condividi questo articolo:


Torna ai contenuti