Hockey Femminile Lorenzoni

Campioni d'Italia Indoor 2017/2018
Campioni d'Italia Prato 2017/2018
H.F. LORENZONI - Anno di fondazione 1967 - Società Medaglia di
Bronzo al merito sportivo 1990 - 16 Scudetti Prato - 18 Scudetti
Indoor - 8 Coppe Italia - 9 Scudetti Ragazze - 4 Scudetti Allieve
Vai ai contenuti
LORENZONI IN PARADISO: LE BRAIDESI ALZANO LA SUPERCOPPA E AGGUANTANO IL POKER.
GIOIE DALL'ACCADEMIA NAZIONALE
daieh noisiamolalorenzoni brancabrancabranca siamonoi siamosemprenoi siamoancoranoi quattrovoltenoi poker
Il poker! Allora esiste il poker!
LA Lorenzoni porta a casa il quarto successo stagionale.
Un record assoluto spedisce ancora una volta la squadra braidese nella storia dell'hockey su prato.
LE neroturchesi hanno monopolizzato la stagione conquistando lo scudetto indoor, lo scudetto prato, la Coppa Italia e la nuovissima supercoppa italiana, portando a casa tutto quello che c'era da portare. Se a questi successi si aggiungono le sei medaglie giovanili (due ori, due argenti e due bronzi) la ricetta per la stagione perfetta è servita.
Roma - la Loreznoni aveva proprio voglia di vincerla, questa Supercoppa. Talmente voglia che le ragazze hanno preso il treno prima del previsto, talmente voglia che dopo 25 secondi erano già in vantaggio. La partita contro il Pisa è stata dominata in lungo ed in largo dalle ragazze di Lali Rivero che, complice una straripante Stefania Tosco autrice di una tripletta, hanno chiuso la gara con l'ennesimo 4 a 1 che non ammette repliche...........continua--->>>
U16: FINALE SFORTUNATA, LA LORENZONI CHIUDE AL TERZO POSTO
Maledetta sfortuna!
L'under 16 di Massimo Anania e Stefania Tosco torna da Potenza Picena con una bella medaglia di bronzo, ma di certo la sorte ci ha giocato proprio un brutto scherzo.
Chiuso il girone di qualificazione al primo posto insieme al Butterfly è stata la monetina a scegliere la finalista: purtroppo è caduta dalla parte sbagliata.
Potenza Picena - La Lorenzoni si presenta nelle Marche come una delle favorite per il titolo. La prima partita del sabato è sulla carta quella decisiva per la qualificazione. Di fronte le romane del Butterfly, fino a quel momento sempre battute quando incontrate nelle varie categorie. Le nostre non giocano l'hockey fluido e letale a cui ci hanno abituati anzi subiscono l'iniziativa delle avversarie ben disposte in campo. Solo gli interventi decisivi di Cosenza e l'ordine della difesa evitano di subire goal. Davanti gli allenatori cambiano di continuo ma è la sola Bassi a creare scompiglio nella retroguardia rossonera mentre Brunetti, Piccolo e Nikodimovich non pungono come sanno.
La ripresa vede una piccola crescita delle nostre ma non arriva il goal e la gara termina a reti inviolate.
Il Butterfly batte il Torre Santa Susanna 9 a 0, da regolamento al Lorenzoni deve segnare un goal in più per andare in finale...........continua--->>>

LogoLor
Di che ti piace il sito dell'Hockey Femminile Lorenzoni
logo_twitter





Torna ai contenuti